• Pubblicata il:
  • Autore: PENELOPE
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: PENELOPE
  • Categoria: Racconti orge

GIOVANI WEB SEXY GIRLS – 5° tempo

Alla fine lui si è seduto accanto a me e ha fatto ciò che desideravo facesse. Mi ha messo una mano sul pube, ha cominciato a strofinarlo, strisciando lentamente verso il basso fino a raggiungere la fica già eccitata allargandomi le cosce.
Ha strisciato le dita avanti e indietro cominciando a sondare un dito dentro di me. L'avevo fatto innumerevoli volte, ma questa esperienza di avere una SUA mano che mi toccava lì per entrare era moooolto più eccitante! Dopo neanche 5 minuti ho fatto roteare i fianchi, ansimando e godendo il primo orgasmo come una ragazzina.
A quel punto Mattia ha detto:
- Voglio giocare di più...
Ho chiesto cosa intendesse e lui si è tolto il maglione e la camicia. Mi ha preso per mano facendomi alzare e girandomi sul letto a pecorina. Quindi si e chinato dietro di me e ha iniziato a leccarmi da dietro. Era sublime! Il boy di cui ero cotta mi leccava la patonza! Ormai il brodo di fica colava sulle lenzuola e stavo per avere un secondo orgasmo, quando lui si è alzato, si è infilato un profilattico, mi ha puntato il cazzo duro e ha cominciato a spingerlo dentro con calma. Passati alcuni minuti, Mattia mi scopava sempre più in fretta e mi faceva anche male. Dopo che sono arrivata al culmine una seconda volta, alla faccia del presunto gay, mi stava montando come uno stupratore seriale! Addirittura mi è uscita dagli occhi qualche lacrima, ma per fortuna, anche in questo caso, non è durato molto. Ha emesso alcuni piccoli ruggiti e ho capito che era venuto. Ha tirato fuori il cazzo fiappo e io mi sono sdraiata sul letto inerte. Subito abbiamo sentito la porta della stanza aprirsi e gli altri quattro porcellini ci hanno fatto un applauso.
- E bravo Mattia! Da oggi in poi nessuno oserà più darti del gay!
Mentre brindavamo con un altro spinello, Tiziana ha sbirciato fuori dalla finestra e ha gridato:
- Merda! I miei genitori sono giù qui!
Evidentemente, i loro piani non erano andati come previsto e nemmeno i nostri. Ci siamo precipitati in soggiorno e ci siamo rivestiti appena in tempo.
FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!